EXPO 2015: ALIMENTAZIONE, INNOVAZIONE E SOSTENIBILITÀ

Manca meno di un mese all’inizio del grande evento Expo 2015. Dal 1° maggio al 31 Ottobre infatti, il capoluogo lombardo ospiterà questo mega – evento che tutti aspettano con ansia. Già da molti mesi i media stanno diffondendo varie informazioni, al fine di coinvolgere i futuri visitatori. Se avete avuto la possibilità di partecipare ad un altro evento italiano, l’Eurochocolate che si tiene tutti gli anni a Perugia, avrete sicuramente notato che proprio in quell’occasione veniva promosso l’Expo attraverso un focus sui temi principali e la presenza di uno spazio dedicato al cioccolato. Questo proprio perché l’alimentazione è il tema principale intorno al quale ruota l’evento internazionale.

Nutrire il pianeta. Energia per la vita” è lo slogan, che definisce abbastanza bene i punti centrali dell’Expo: alimentazione, innovazione, sostenibilità ma anche condivisione. L’obiettivo è farci riflettere sull’educazione alimentare, sullo spreco del cibo e la fame nel mondo, avvicinando “grandi e piccini” a scelte di consumo consapevoli e stili di vita sostenibili. Secondo i dati presenti sul sito Expo2015, i giorni dell’evento saranno 184 e verranno coinvolti 144 paesi provenienti da tutto il mondo; i padiglioni presenti saranno 50, suddivisi in nove clusters, raggruppati in base alle tematiche.

Le cinque Aree Tematiche svilupperanno il tema dell’alimentazione attraverso percorsi espositivi, installazioni artistiche, diventando punti fondamentali per il coinvolgimento dei visitatori.

Vediamole insieme:

  • Padiglione Zero: introduce la visita all’Expo, descrivendo i punti centrali dell’esposizione;
  • Future Food District: permette ai visitatori di osservare gli scenari futuri della filiera alimentare, attraverso l’applicazione delle tecnologie alla conservazione, distribuzione, acquisto e consumo di cibo;
  • Art&Food: come già si può intuire dal nome, evidenzia i legami tra l’arte e il cibo;
  • Parco della biodiversità: è un grande spazio dedicato all’agro – biodiversità, ovvero alla diversità dei sistemi agroalimentari, che ci racconta della filiera di un’agricoltura eco, sicura e sostenibile;
  • Children Park: è uno spazio interamente dedicato ai più piccoli, dove i bambini e le loro famiglie potranno conoscere in modo “interattivo” e “divertente” i temi legati alla sostenibilità del pianeta.

Vi consiglio di esplorare la mappa 3d Expo e il virtual tour!!

Durante i giorni dell’esposizione, Milano si trasformerà in una vera e propria Sharing City, infatti grazie al progetto avviato “ShareExpo”, verranno messi a disposizione dei cittadini nuovi servizi e spazi condivisi sia fisici, ma anche virtuali.

A tale proposito anche i coworking italiani hanno deciso di partecipare mettendo a disposizione delle postazioni per i visitatori di Expo. Ovviamente gli spazi coworking non si lasceranno sfuggire questa ottima opportunità, per promuovere nuove forme di collaborazione e nuove modalità lavorative. Per i maggiori approfondimenti su questi aspetti vi rimandiamo ai prossimi articoli!

Adele Aloisi

Lascia un commento