Public Speaking: che ansia!

Molto spesso ci troviamo in difficoltà a dover parlare di fronte molte persone, ci sentiamo insicuri e ci viene l’ansia da prestazione… aiuto! Sono molte le situazioni in cui ci si sente inadeguati a parlare in pubblico, dalla riunione, al colloquio di lavoro, alla presentazione di un progetto: insomma, si tratta di situazioni un po particolari che possono mettere in difficoltà tutti, dal manager allo studente universitario.

Dover parlare in pubblico può provocare grande stress, ma è importante imparare a farlo. Per questo, tra pochi giorni, Cowo|360 ospiterà un evento organizzato in collaborazione con la Psicologa Maria Lulia Carnesi, durante il quale, affiancando la teoria alla pratica, cercheremo di imparare a gestire l’insicurezza e la paura.

Ma cos’è il Public Speaking? Si tratta di tutte quelle attività di comunicazione che consentono ad una semplice persona di essere in grado di esporre e dialogare, come un vero e proprio leader, davanti a molte persone. Parlare in pubblico può essere un potente strumento da utilizzare per scopi quali la motivazione, l’influenza, la persuasione, l’informazione.

Attualmente è una delle attività che vengono svolte frequentemente soprattutto durante eventi aziendali e riunioni: è importante saper parlare in pubblico perché, comunque vada, almeno una volta nella vita ci troveremo a dover esporre davanti a molte persone. Come sostengono molti psicologi questo non è mai semplice, però ci sono delle tecniche che possono aiutarci a ridurre l’ansia. Vediamone insieme alcune, saranno utili per le nostre prossime presentazioni:

– Prima di affrontare un discorso mettere a fuoco cosa succederà durante la giornata; visualizzare il dopo ci aiuterà a ricordare che c’è un dopo e può essere piacevole

– Considerare tutte le volte in cui l’esposizione in pubblico è andata bene, questo aiuta a ridimensionare le negatività

– Prima di iniziare una discussione, considerate che l’ansia si ridurrà dopo che abbiamo iniziato a parlare

– Raggiungere il luogo dell’evento con largo anticipo, evitando di fare tutto di corsa

– Provare le apparecchiature tecniche e ripetere il discorso

– Camminare sul palco per trovarsi a proprio agio nel momento in cui si dovrà parlare

– Sedere in platea per avere un’idea di come appare il palco dal punto di vista del pubblico

Oltre a queste piccole indicazione dobbiamo ricordarci che è molto importante non solo la comunicazione verbale, ma anche quella non verbale. È importante essere sicuri, controllare il nervosismo, migliorare la sicurezza, mostrare interesse verso gli interlocutori e mantenere una postura adeguata.

Partecipando al nostro corso potrete saperne di più e mettere in pratiche tutte le tecniche per superare lo stress del parlare in pubblico!

Vi aspettiamo numerosi!!

Adele Aloisi

Lascia un commento