Rivoluzione Apple: la nascita del Macintosh 128k

Tagged with:

Sono passati ben 42 anni da quando, nella piccola camera da letto dei genitori di Steve, Jobs e il suo amico Wozniak progettarono il loro primo computer. Un eccessivo costo (170 dollari solo il processore Motorola 6800) li distolse ben presto dall’impresa sin quando, nel 1976, la MOS Technologies mise in produzione il chip 6502 al prezzo di 25 dollari: una manna dal cielo per i due amici che nel 1976 crearono il loro primo computer.

evoluzione logo apple

 

Apple I, II, III

L’Apple I fu soltanto il primo passo verso un avvenire ancora più grande che, nell’aprile dello stesso anno, portò Jobs e Wozniak, assieme a Ronald Wayne, a fondare la Apple Computer Co.
apple-I-milione-dollariL’Apple I costava 666,66 $ e fu un piccolo negozio di computer a comprarne, per la prima volta, ben 50 già assemblati.

Alla fine del 1976 l’Apple II, più economico, a colori ed avanzato, era già in vendita con il nuovo logo ridisegnato da Steve Jobs: una mela morsicata con colori dell’arcobaleno invertiti.

Nel 1980, dopo una serie di finanziamenti che permisero all’azienda di crescere, viene finalmente lanciato il nuovo computer Apple III (il cui prezzo variava dai 4340 ai 7800$ in base alle prestazioni) ma questo non ebbe un grande successo.

Nonostante il fallimento nel 1981, la società oramai quotata in borsa, aumentò del 1700% le proprie azioni divenendo di fatto l’azienda con la crescita più alta nella storia.

1984: la rivoluzione passa per Apple

Il 22 gennaio, durante lo spot del diciottesimo Superbowl, Apple lancia uno spot, diretto dal regista di Blade Runner – Ridley Scott –, dove al prezzo di 2459 $ viene messo in vendita il nuovissimo Macintosh 128k. Il nuovo computer era dotato di una interfaccia grafica rivoluzionaria ed una memoria di ben 128kb (niente in confronto ai moderni computer ma il doppio rispetto alla media dell’epoca). Le novità non si fermavano certo qui: mouse di serie, floppy disk da 3,5 pollici prodotto da Sony ed un sistema operativo straordinario con icone, menù e finestre.

un-giovane-steve-jobs-236201Nonostante il fragore e la portata rivoluzionaria del Mac 128k, Apple non riuscirà a vendere numerosi esemplari a causa del prezzo elevato e dell’assenza della ventola di raffreddamento ma la rivoluzione era oramai cominciata.

Il resto, come ben sapete, è storia.

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>