TECHNOLOGY FOR ALL – terza edizione

La difesa del territorio, la pianificazione della città, la conservazione e digitalizzazione del nostro patrimonio culturale è uno degli oggetti di studio delle nuove tecnologie che, nel 2016, sembrano sempre più soffermarsi su conoscenza, misura, memorizzazione digitale e monitoraggio.

img_8555Nasce così TECHNOLOGY for ALL, la terza edizione del Forum sull’innovazione tecnologica, svoltosi a Roma la settimana scorsa (04/06 ottobre presso Via Appia Antica – Villa di Massenzio – e la Biblioteca Nazionale Centrale).

Le nuove tecnologie e le loro potenzialità, presentate da diverse aziende e startup presenti all’evento, stanno rivestendo sempre più un ruolo di fondamentale importanza per il monitoraggio del territorio e per rispondere a tutti quei temi riguardanti i beni culturali, la protezione civile, la gestione delle infrastrutture e lo sviluppo intelligente della città.

Laser Scanner, Stazione Totale, Droni, Realtà Virtuale, Modellazione 3D e Mapping System sono solo alcune delle tecnologie messe in campo e mostrate da diverse aziende durante la prima giornata del Forum, presso l’area archeologica del Circo di Massenzio a Roma, a cui sono seguite dimostrazioni, attività di rilievo e documentazioni.Durante le restanti due giornate di Forum, il 5 ed il 6 ottobre, si sono tenute una serie di conferenze e workshop, focalizzate su Geoinformazione, Beni Culturali e Smart Cities.img_8572

Il rapporto fra smart city e patrimonio culturale è un campo di sperimentazione di eccellenza per l’Italia che, tramite nuove soluzioni tecnologiche, è in grado di migliorare tutti quei processi di valorizzazione attraverso interventi di conservazione, tutela, promozione e messa in sicurezza del territorio e dei suoi beni.

img_8587

L’innovazione è il filo conduttore che lega i vari progetti presentati al Forum attraverso un percorso guidato in cui il pubblico ha avuto la possibilità di comprendere il grande apporto che le nuove frontiere tecnologiche danno, e daranno, al Patrimonio culturale.

L’Italia ha un capitale imponente da tutelare e valorizzare che insiste su un territorio molto fragile; conciliare la necessità della progettazione di nuovi ed efficaci servizi ai cittadini con le moderne smart city è una scommessa per il futuro del nostro territorio.

Lascia un commento